Il ciuccio: l’oggetto preferito del bebè in molte versioni diverse

Sono pochi i genitori che fanno completamente a meno del ciuccio. Il ciuccio aiuta il bambino ad addormentarsi, a calmarsi e a rilassarsi. Il nostro assortimento di ciucci offre non soltanto modelli diversi, ma anche una grande varietà di materiali, come lattice o silicone. Non siete sicuri di quale sia il migliore ciuccio per il vostro bambino? Troverete informazioni utili nei nostri consigli per la scelta del ciuccio.

Articolo 1 fino 62 di 62
Articolo 1 fino 62 di 62

Consigli per la scelta del ciuccio

I bambini incominciano a succhiarsi il pollice già nel grembo materno e anche quando vengono al mondo amano soddisfare il loro bisogno di succhiare. Il ciuccio è un vero e proprio consolatore per molti bambini. Il ciuccio è sempre argomento di discussione, ma facendo attenzione a qualche aspetto importante, si può concedere al bebè il piacere e la consolazione che il ciuccio garantisce in tutta tranquillità: incominciate a proporre il ciuccio al bebè solo quando l’allattamento al seno (o con il biberon) è un processo rodato (in modo da evitare la confusione nella suzione). Assicuratevi che il bebè riceva il ciuccio solo quando ha davvero bisogno di conforto. Inoltre: scegliete un ciuccio piuttosto piccolo per salvaguardare la mandibola del bebè. Qui troverete tutte le informazioni sull’argomento ciuccio.

  • Lattice o silicone?
  • La forma del ciuccio
  • La catena per il ciuccio

Lattice o silicone?

I ciucci sono disponibili in due versioni: lattice o silicone. Entrambi i materiali presentano vantaggi e svantaggi. Qui troverete qualche indicazione per la scelta:

il lattice è un materiale naturale gradevolmente morbido che invecchia però rapidamente cambiando di colore. I ciucci in lattice devono essere sostituiti almeno ogni due mesi. Alcuni bebè sono allergici al lattice. Il silicone è un materiale artificiale che generalmente dura a lungo. I ciucci in silicone sono però più facili da mordere e devono essere esaminati regolarmente per verificare la presenza di fessure quando il bebè mette i primi dentini. In caso di dubbi, il silicone è una scelta sicura, perché non può causare allergie.

La forma del ciuccio

I ciucci possono avere due forme: simmetrica e asimmetrica (con una convessità nella parte superiore e la parte inferiore leggermente concava). Gli esperti consigliano di preferenza la forma asimmetrica, perché corrisponde alla forma del capezzolo della madre quando il bebè si nutre al seno. Infatti quando si allatta il bebè il capezzolo si deforma. La distanza tra la piastra del ciuccio e la sua parte più spessa da succhiare dovrebbe essere preferibilmente piatta per impedire l’overbite nel bebè.

La catena per il ciuccio

La catena è una specie di guinzaglio per il ciuccio e permette di ritrovarlo in qualsiasi momento, evita che venga gettato fuori dal passeggino, o che improvvisamente non si trovi più quando si viaggia in auto. Si deve evitare di utilizzare catene fatte in casa per motivi di sicurezza. Le catene per il ciuccio che si trovano in commercio sono sicure, gli standard di sicurezza sono molto rigorosi. Ci sono catene per ciuccio in legno, realizzate con un nastro di nylon e con varie opzioni di fissaggio. Alcuni modelli non trattengono soltanto il ciuccio, ma cancellano anche la noia attraverso anelli, sfere e animaletti per giocare.

Altri suggerimenti

relativi all’igiene

  1. Lavare accuratamente il ciuccio a mano dopo ogni utilizzo, preferibilmente con un detergente.
  2. Nei primi sei mesi, fare bollire (per almeno cinque minuti) o sterilizzare il ciuccio.
  3. Eliminare il ciuccio quando presenta fessure.
  4. Il ciuccio deve essere sostituito ogni tre mesi circa.