I biberon, per una poppata facile

La nostra gamma comprende biberon in vetro e plastica di marche prestigiose come MAM, Chicco, NUK e Philips Avent, dotati di tettarelle in silicone o lattice.

Articolo 1 fino 97 di 97
Articolo 1 fino 97 di 97

Il biberon giusto per il bambino

L’alimento più naturale per il bambino è il latte materno; molti piccoli continuano però a bere il latte anche una volta terminato l’allattamento al seno. In questo caso il latte viene bevuto da un biberon che, se munito di pratici manici, può essere utilizzato da solo dal bambino; così il piccolo impara a bere autonomamente. Nelle giornate calde o in presenza di dolori di stomaco il latte materno può non essere d’aiuto; in questi casi il piccolo ha più bisogno di acqua o di tè non zuccherato.

La maggior parte dei biberon è realizzata in plastica o vetro infrangibili. I primi non hanno goduto di buona fama per molto tempo in quanto alcuni modelli rilasciavano bisfenolo A, una sostanza dall’effetto paragonabile a quello degli ormoni. Oggi la legge proibisce l’impiego di questa sostanza nei biberon, che possono essere dunque utilizzati senza alcun timore. Rispetto a quello in vetro il biberon in plastica ha il vantaggio di pesare poco, un aspetto molto importante quando il bambino lo utilizza autonomamente. I biberon leggeri possono essere infatti maneggiati con meno difficoltà.

Il biberon giusto per il mio bambino

I produttori di maggior spicco come Philips Avent, MAM, Medela e NUK offrono un’ampia gamma di biberon di colori, forme e modelli diversi. È opportuno munirsi di biberon di dimensioni diverse. Quelli più piccoli, da 150-200 ml, sono adatti al tè e all’acqua da bere occasionalmente; i modelli da 300 ml sono invece pensati per il latte. Tutti i modelli sono muniti di una scala graduata che indica quanto latte sia stato bevuto. Questa caratteristica è di particolare importanza nel caso dei neonati, che devono bere quantità ben precise di liquidi. Anche il latte tirato può essere dato con il biberon.

La tettarella può essere di silicone o lattice. Quale sia la variante migliore è quasi un dogma. Qualunque sia quella scelta, non va però dimenticato che alcuni bambini si abituano a un tipo di tettarella e passano mal volentieri a un altro. Il lattice è un materiale naturale, morbido e resistente. Le tettarelle in silicone sono trasparenti, un po’ più dure e diffuse sul mercato, hanno però lo svantaggio di diventare più porose rispetto a quelle in lattice. Le tettarelle dotate di fori più grandi possono essere utilizzate per dare al bambino le pappe di consistenza semiliquida.

Non appena compaiono fessure o altri danni la tettarella va sostituita. Quelle in lattice possono iniziare a incollarsi quando giunge il momento di usarne di nuove. Delle piccole spaccature possono comparire peraltro anche sul biberon quando viene lavato, sterilizzato in acqua bollente o utilizzato di frequente. A questo punto il biberon va sostituito in quanto in esso possono annidarsi dei batteri. In linea di massima si può affermare quanto segue: le tettarelle hanno una durata di vita utile di 4-8 settimane, il biberon invece di alcuni mesi.

La pulizia del biberon

Gli odierni biberon di plastica non dovrebbero essere lavati in lavastoviglie in quanto il detersivo li aggredisce rovinandone le decorazioni e causandone persino la rottura. È più opportuno quindi disinfettarli in acqua bollente o con un vaporizzatore, disponibile come optional. I biberon in vetro, invece, possono essere lavati in lavastoviglie. La loro tettarella va però sterilizzata in acqua bollente o con il vaporizzatore.

Gli accessori per i biberon

Gli accessori rendono l’uso del biberon ancora più comodo. Lo scaldabiberon, ad esempio, mantiene caldo il tè o il latte per la poppata. Per gli spostamenti, invece, ci sono degli scaldabiberon con inserti di polistirolo. I portabiberon dei passeggini consentono un trasporto igienico e pratico delle bevande. Gli accessori si distinguono inoltre per il loro design pensato per i bambini e completano perfettamente il biberon rendendolo ancora più pratico.

I biberon in sintesi:

  • In plastica o vetro infrangibili
  • Tettarelle in silicone o lattice
  • Tettarella da sostituire non appena intaccata
  • Da sterilizzare in acqua calda o al vapore
  • Accessori abbinati e con decorazioni ispirate al mondo dell’infanzia